Come possiamo aiutarvi?

Fate click sul bottone di vostro interesse per poter intraprendere la miglior esperienza.

Ha indicato di essere un operatore sanitario. Se questo risulta corretto, la preghiamo di lasciare il suo indirizzo e-mail al fine di darle il benvenuto nel nostro sito Web.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Microport star

Avviso sui cookie I cookie sono informazioni memorizzate automaticamente sul computer dell’utente del sito web. Quando un utente visita il sito o i siti Web di MicroPort Orthopedics, MicroPort Orthopedics può memorizzare alcuni dati sul computer dell’utente in forma di “cookie” per riconoscere automaticamente l’utente alle visite successive dei siti di MicroPort Orthopedics. Questa informativa sui cookie fa parte della nostra Privacy policy.
Fare clic qui per visualizzare la Privacy policy completa di MicroPort.

Ginocchio

Problemi al ginocchio vi impediscono di svolgere e vivere le normali attività quotidiane?

L’osteoartrite affligge circa 350 milioni di persone in tutto il mondo.1 È una patologia comune in cui la degenerazione della cartilagine intorno alle articolazioni provoca lo sfregamento delle ossa e colpisce spesso l’articolazione del ginocchio su cui grava la maggior parte del peso corporeo. Tra i sintomi, che possono contribuire alla perdita di mobilità, sono inclusi dolore, gonfiore e alterazione nell’aspetto e nella funzionalità dell’articolazione.

Se altri trattamenti quali medicazioni, terapie o iniezioni, si sono dimostrati inefficaci, un intervento di protesi totale di ginocchio può rappresentare il miglior modo per recuperare una vita normale.

Che cos’è la chirurgia di protesi totale di ginocchio?

Nell’articolazione del ginocchio, la cartilagine che ricopre l’estremità dell’osso della coscia (femore), il piatto tibiale e la rotula (patella) funge da cuscinetto, favorendo un movimento fluido e uniforme delle ossa l’una contro l’altra. Tuttavia, quando questa cartilagine si usura e le ossa iniziano a sfregare, tale condizione può causare un dolore acuto che riduce la funzionalità del ginocchio.

Obiettivo della chirurgia di protesi totale di ginocchio è sostituire l’osso e la cartilagine danneggiati con una protesi in metallo e plastica di elevata qualità per ricreare la superficie dell’articolazione del ginocchio. Queste nuove superfici sono studiate per replicare la funzionalità e la sensazione di un ginocchio sano e al tempo stesso evitare il dolore causato dallo sfregamento reciproco delle ossa danneggiate. La chirurgia di protesi totale di ginocchio è uno dei trattamenti più efficaci per il recupero della funzionalità del ginocchio e l’eliminazione del dolore.

 

L’impianto è importante?

Le protesi tradizionali di ginocchio hanno dimostrato di fornire una sensazione di instabilità e di movimento innaturale2.

Gli impianti di ginocchio a pivot mediale sono stati progettati per superare queste limitazioni, offrendo ai pazienti una protesi percepita come naturale che lavora come un ginocchio sano3.

Gli impianti tradizionali hanno mostrato di ridurre la stabilità scivolando in avanti durante le attività quotidiane.2-3

Un ginocchio normale invece ruota sul suo lato interno (mediale). E quando il ginocchio si piega, il lato esterno (laterale) si muove, mentre il lato mediale ruota su un punto stabile4. Figura 1.

Questo è esattamente il modo in cui è stato progettato l’impianto di ginocchio a pivot mediale per replicare il movimento di flessione, rotazione e torsione di un ginocchio sano3. Questo design “ball-in-socket” massimizza la stabilità su tutto il movimento del ginocchio e permette ai pazienti di scendere le scale e completare altre attività quotidiane con sicurezza8. Figura 2.

Figura 1

Figura 2

 

 

Stabilità su cui poter contare

Gli studi hanno evidenziato che l’instabilità è la causa principale delle revisioni precoci.5-6 Gli impianti tradizionali causano instabilità durante le normali attività di ogni giorno come la discesa delle scale, la flessione e l’assunzione di una posizione accovacciata, a seguito delle loro limitazioni progettuali.

Con la stabilità fornita da una protesi a pivot mediale il paziente è più soddisfatto quando riprende le attività quotidiane.7 Di fatto, gli studi clinici hanno dimostrato che i pazienti preferiscono il design di una protesi del ginocchio a pivot mediale rispetto ai design degli impianti tradizionali.7

 

Protesi di ginocchio a pivot mediale: un impianto che migliora la funzionalità!

Oltre alla stabilità intrinseca di una protesi del ginocchio a pivot mediale, i pazienti che ricevono questo tipo di impianto possono svolgere le normali attività più facilmente rispetto a coloro che ricevono impianti tradizionali, in quanto per tali attività è necessaria una minore forza muscolare.8

Il muscolo quadricipite è una grande massa muscolare costituita dai quattro fasci muscolari prevalenti nella regione anteriore della coscia. È detto anche complesso quadricipite ed è fondamentale nelle attività di ogni giorno, quali camminare, correre, saltare e accovacciarsi, in quanto è il principale responsabile per il movimento di estensione del ginocchio.

La forza e la funzione del muscolo quadricipite dopo un intervento chirurgico di protesi di ginocchio rappresentano un problema multifattoriale complesso in cui possono entrare in gioco svariati parametri, tra cui l’impianto. Richiedendo minor sforzo muscolare per l’utilizzo della protesi, la fatica del muscolo quadricipite nei movimenti di flessione del ginocchio e la forza correlata alle attività si riducono, migliorando in tal modo la funzionalità del ginocchio con una potenziale diminuzione del dolore.9

In una ricerca comparativa, le protesi di ginocchio a pivot mediale si sono dimostrate molto più efficienti nell’attivazione del muscolo quadricipite. Per svolgere le attività quotidiane, i pazienti con una protesi di ginocchio a pivot mediale hanno dimostrato di richiedere metà della forza muscolare necessaria per gli impianti con design tradizionale.8

Riferimenti:

1. Arthritis and Total Knee Arthroplasty: Knee Implant Procedures. Link to pageMark McBride, MD ; Prakash Thulasimani. Nov 3, 2009. Accessed: Feb. 22, 2010

2. Dennis DA, Komistek RD, Mahfouz MR, Haas BD, Stiehl JB. Multicenter determination of in vivo kinematics after total knee arthroplasty. Clin Orthop Relat Res. 2003

3. Schmidt R, Komistek RD, Blaha JD, Penenberg BL, Maloney WJ. Fluoroscopic analyses of cruciate-retaining and medial pivot knee implants. Nov 2003, (416):37-57.

4. Komistek R. In vivo fluoroscopic analyses of the normal human knee. Clin Orthop Relat Res. 2003;410:69-81

5. Firestone T. Surgical management of symptomatic instability following failed primary total knee replacement. J Bone Joint Surg; 2006, 83(4): 80-4

6. Blaha D. Kinematics of the knee and total knee prosthesis design. J Bone Joint Surg Br 2002 Vol. 84-Bno. SUPP I 75-i-76

7. Pritchett JW. Patients prefer a bicruciate-retaining or the medial pivot total knee prosthesis. J Arthroplasty. 2011; 26(2): 224-8.

8. LaMontagne M, et al. Quadriceps and Hamstring Muscle Activation and Function Following Medial Pivot and Posterior Stabilized TKA: Pilot Study – EFORT, Prague, Czech Republic, 27–29 May 2015

9. Greene KA, et al.Quadriceps Muscle Function in Primary Total Knee Arthroplasty. J Arthroplasty 2008; 23(7 Suppl):15–19

Esclusione di responsabilità per il paziente

I risultati e i livelli di attività individuali dopo l’intervento variano e dipendono da molti fattori tra cui età, peso e livello di attività precedente. Esistono rischi e tempi di recupero associati all’intervento chirurgico e alcuni soggetti non possono sottoporsi all’intervento. Consulti il suo medico per stabilire se l’intervento chirurgico è il trattamento più corretto per lei.